Il portiere ucciso a Prato è vittima sulla coscienza dei finti buonisti

Cadavere a Prato: Iwobi (Ln), Italia Paese ridicolo (ANSA) – ROMA, 3 APR – “Portiere di notte ucciso a Prato, fermato un 20enne marocchino. In un paese serio questa cosiddetta “risorsa” pagherebbe caro fino alla fine dei suoi giorni. Ma l’Italia dei governi del Partito (anti)Democratico non e’ un Paese serio. E’ un Paese ridicolo che difende Caino e punisce Abele. E’ un Paese che mortifica e umilia i propri cittadini e coccola e premia gli ultimi arrivati nella stragrande maggioranza dei casi senza documenti e senza alcun diritto di restare sul territorio italiano. Il portiere di Prato e’ l’ennesima vittima sulla coscienza dei politicanti del PD, finti buonisti a cui non importa nulla del popolo italiano. Sono pericolosi e ogni giorno in piu’ senza le elezioni e con Gentiloni-Renzi al governo e’ un giorno in piu’ verso un futuro drammatico di violenza, criminalita’ diffusa, immigrazione illegale, fame, disperazione e morte”. Lo afferma in un comunicato Tony Iwobi, responsabile federale Dipartimento Sicurezza e Immigrazione della Lega Nord.(ANSA).

Lascia un commento