L’Europa si unisca a Putin nella lotta al terrorismo

San Pietroburgo: Iwobi (Ln), stop sanzioni e patto con Mosca (ANSA) – ROMA, 4 APR – “Ci risiamo. Un altro attentato, altri morti innocenti. Questa volta ad essere colpita e’ stata la Russia di Vladimir Putin. Ovvero il baluardo nel mondo della difesa della cristianita’ e della lotta senza quartiere al terrorismo islamico. L’attentato a San Pietroburgo dimostra ancora una volta come non ci debbano essere cedimenti nella lotta all’Isis. Serve una lotta senza esclusione di colpi alle centrali del terrore e un controllo serio e rigoroso dell’immigrazione”. Cosi’ in un comunicato Tony Iwobi, responsabile federale Dipartimento Sicurezza e Immigrazione della Lega Nord, commentando i tragici fatti di oggi di San Pietroburgo. “L’Europa anti-popoli e delle banche, cosi’ come il governo anti-democratico del Pd – aggiunge -, la smettano con l’inutile e anacronistica guerra commerciale alla Russia e si schierino senza se e senza ma dalla parte di Putin. La Russia oggi e’ il nostro alleato numero uno alla lotta all’Isis. Se l’Italia avesse un governo serio, e non formato da camerieri di Juncker e Merkel, oggi stesso chiederebbe la fine delle sanzioni economiche contro la Russia e stringerebbe un patto con Mosca. Oggi siamo tutti cittadini di San Pietroburgo”.(ANSA).

Lascia un commento