Iwobi: “Ius Soli sarebbe atto di violenza contro gli stranieri”

Ius soli: Iwobi (Ln
), sarebbe atto violenza contro stranieri

Ius soli: Iwobi (Ln), sarebbe atto violenza contro stranieri (ANSA) – ROMA, 7 OTT – “Altre puerili adesioni allo sciopero della fame per promuovere il provvedimento sullo ius soli da parte di esponenti del Pd e della sinistra. Diciamo le cose come stanno: lo ius soli sarebbe un atto di violenza nei confronti degli stranieri. Perche’ lo Stato deve imporre per legge di acquisire la cittadinanza italiana? Molti di coloro che nascono in Italia hanno genitori fieri delle loro radici e della loro cultura e quindi, come giustamente avviene ora, al compimento del 18esimo anno di eta’ il ragazzo o la ragazza puo’ decidere se conservare la propria cittadinanza d’origine o prendere quella italiana. Una norma che va benissimo e che rispetta tutti. Anzi, in realta’ tale legge e’ gia’ di per se’ troppo comprensiva. Introdurre lo ius soli sarebbe un atto di razzismo e di discriminazione prima di tutto verso gli immigrati e i loro figli. Il Pd e la sinistra italiana sono il male assoluto di questo Paese e vanno cancellati dalla faccia della Terra. Per sempre”. Lo afferma in una nota Tony Iwobi, responsabile federale Dipartimento Sicurezza e Immigrazione della Lega Nord. FN 07-OTT-17 17:42 NNNN

 

Lascia un commento