Migranti, Iwobi: “Inaccettabile e disumano lo sfruttamento dei migranti in Sicilia”

Migranti: Iwobi, grande finanza vuole clandestini e precari. Con Salvini sconfiggeremo anche il Caporalato (ANSA) – ROMA, 14 GIU – “A Marsala, in Sicilia, due persone arrestate e tre terreni agricoli sequestrati per aver ridotto immigrati a pane e acqua. Ecco di nuovo la piaga del caporalato diffusissima in Italia, ecco lo schiavismo moderno di cui non voglio essere complice. Quanto accaduto in Sicilia, purtroppo non nuovo, e’ la riprova che l’immigrazione incontrollata causata dalla sinistra al governo non e’ solidarieta’ e accoglienza, ma sfruttamento del precariato. Se non ci sono regole, se arriva chiunque senza controlli, se non si fermano le partenze, oltre a causare morti in mare, si alimenta lo sfruttamento per distruggere i diritti dei lavoratori, italiani e stranieri. Il grande capitale e la grande finanza vogliono proprio la schiavitu’ e vogliono l’immigrazione clandestina e irregolare perche’ e’ un business e perche’ svaluta il lavoro: dov’e’ finita la sinistra che tutela i diritti dei lavoratori? La linea del ministro Salvini, fermezza e vera solidarieta’, serve anche a sconfiggere il caporalato e a tutelare la dignita’ umana: la Lega auspica un’immigrazione fondata sul lavoro, la sinistra ha creato precarieta’ sociale, altro che accoglienza”. Lo afferma in un comunicato Tony Iwobi, responsabile federale Dipartimento Immigrazione della Lega.(ANSA).

Lascia un commento